iPad Pro 9.7 esce a qualche mese di distanza dall’iPad Pro da 12.9″-  qui la nostra recensione dell’iPad Pro 12.9″- , rispetto al precedente modello presenta uno schermo da 9.7″ e altre interessanti novità di carattere tecnico che interessano sopratutto il comparto multimediale. iPad Pro 9.7, per via del polliciaggio, si va quindi a collocare nello stesso settore dell’iPad Air 2, ma deve essere considerato qualcosa di molto di più di un semplice aggiornamento.

COSA ASPETTARSI DA QUESTO TABLET?

 

Il nuovo iPad Pro 9.7 ha una lunghezza di 240 mm, una larghezza di 169,5 mm, lo spessore è di 6,1 mm ed il peso di 473 grammi per la versione WiFi, e di 444 per la variante WiFi + Cellular. Si presenta, ovviamente, molto più maneggevole e portatile rispetto all’iPad Pro da 12.9″, una caratteristica che lo avvicina di più ad un tablet “tradizionale”. Il colore della versione in prova, Rose Gold, aggiunge poi un plus e lo rende esteticamente molto gradevole, anche ad un pubblico femminile.

Come sempre dal punto di vista costruttivo e qualitativo siamo ai massimi livelli: assemblaggio alla regola dell’arte e zero sbavature. Insomma Apple da questo punto di vista è una garanzia. Tuttavia anche Apple sembra aver perso un po’ del suo originario smalto, tanto che negli ultimi dispositivi introdotti sul mercato è incappata in qualche scivolone per quanto concerne il design. Anche iPad Pro 9.7, così come il Pro da 12.9″ non ha l’alloggiamento per l’Apple Pencil, accessorio acquistabile a parte e che ha un costo di 109 euro. Sarebbe stato opportuno introdurre almeno un meccanismo magnetico poiché il rischio è quello di perdere la Pencil quando la si utilizza fuori casa.

Altro aspetto che poteva essere migliorato per quanto concerne l’igegnerizzazione della Pencil è il cappuccio collocato sull’estemità superiore, infatti, per ricaricare la penna occorre toglierlo e anche in questo caso il rischio di perderlo è concreto; sarebbe stato quindi preferibile implementare un meccanismo a scomparsa.

pro1

Tecnicamente l’iPad Pro 9.7 è un gran bel prodotto e si candida di diritto come il miglior tablet di questo polliciaggio. Molto bello il pannello da 9.7″, Retina Pro che, oltre ad avere una luminosità superiore rispetto ad iPad Air 2, ha una gamma di colori più ampia, una minore riflettività, la modalità Night Shift e la nuova tecnologia True Tone per la regolazione dinamica del bilanciamento del bianco. Come funziona True Tone? In pratica i sensori rilevano la temperatura del colore ambientale e regolano di conseguenza quella dello schermo, così da offrire la miglior resa cromatica possibile.

 

Apple dichiara che il display Retina del Pro 9.7 è più luminoso del 25% e meno riflettente del 40% rispetto all’iPad Air 2. Utilizza la stessa gamma di colori più ampia dell’iMac con display Retina 5K, fornendo una saturazione superiore del 25% per colori più vivaci e brillanti. Il timing controller personalizzato, il fotoallineamento e l’Oxide TFT contribuiscono a garantire colori brillanti, contrasto e nitidezza.

DisplayMate, tanto per fare un nome a caso, ha testato lo schermo dell’iPad Pro da 9.7 pollici ed ha affermato che si tratta del miglior pannello mai testato fino ad ora. Insomma la qualità c’è e si vede, la sostanza pure, ma l’utente “medio” è in grado di percepire tanta qualità? Indubbiamente lo schermo è il punto di forza dell’iPad Pro 9.7, se non la migliore feature in termini assoluti.

Potenza e controllo

iPad Pro 9.7 presenta tutte le novità tecniche introdotte su iPad Pro e, grazie al connettore Smart connector, prevede la possibilità di utilizzare Apple Pencil e Smart Keyboard. La presenza dei 4 speaker  e del “solito” A9X a 64 bit, abbinato a 2 GB di RAM, fanno di questo iPad Pro 9.7 un dispositivo ottimo per la fruizione dei contenuti multimediali. Inoltre, anche se un tablet non è utilizzato per scattare foto, su questo iPad Pro 9.7 troviamo una fotocamera da 12 megapixel con flash true thone (LED), ossia la stessa unità utilizzata sull’iPhone 6s.

Ma utilizzare iPad Pro solo per i contenuti multimediali -foto, video, games- è riduttivo, potrebbe obiettare qualcuno, ed effettivamente così ed ecco quindi che Apple (ri)tira fuori dal cilindro un’altra novità: Apple Pencil. Si tratta dello stesso dispositivo che abbiamo avuto modo di provare anche su iPad Pro 12.9″ ma che in questo modello da 9.7, assume forse più significato anche per via della portabilità del tablet.

Apple Pencil la “vera” novità?

La Apple Pencil è il vero punto di forza di iPad Pro e che lo differenzia in modo sostanziale dell’air2. Avevamo già avuto modo di provarla nel pro da 12.9″ e anche in questo caso il risultato è stato il medesimo: la Pencil funziona bene, grazie ai 240 scansioni al secondo. Conosce intensità della pressione ed inclinazione. Non mancano le applicazioni dedicate come quelle di Adobe: Adobe Comp CC, Adobe Photoshop Fix, Adobe Photoshop Mix e Adobe Photoshop Sketch. Tutte applicazioni fatte veramente bene e che permettono di sfruttare le potenzialità della Apple Pencil.

Altro accessorio che contribuisce a completare questo Pro da 9.7″ è la Smart Keyboard, tastiera rivestita da uno strato di nilon che la rende impermeabile e che conferisce un buon feedback. Abbiamo avuto modo di provare la tastiera anche in sessioni intense di scrittura e il risultato è stato complessivamente buono. I tasti forse risultano un po’ piccoli ed inoltre il layout, almeno della tastiera in prova, è quello americano, ma dovrebbe presto arrivare anche quello italiano.

Il “solito” iOS

iOS 9.3.X ha aggiunto una serie di interessanti feature come ad esempio Night Shift. Altra cosa apprezzabile è la possibiltà di disporre di un multitasking che consente di dividere lo schermo in due parti e di utilizzare congiuntamente due applicazioni, feature introdotta da iOS 9 e disponibile nei tablet Apple. Una buona funzionalità che però potrebbe essere sfruttata meglio, sopratutto per quanto concerne l’organizzazione della barra laterale dove è possibile trovare le applicazioni utilizzate con più frequenza.

 

iOS 9.X è quindi un sistema operativo veloce, a “portata di dito”, in quando è stato studiato per essere utilizzato in modo quasi esclusivo con le dita, e che presenta un parco di applicazioni completo, anche per quanto riguarda le applicazioni professionali.

pro2

Per iPad Pro occorre sborsare 689 per la versione Wi-Fi, fino arrivare a 1199 euro per la versione da 256 con connessione dati. I tagli di memoria sono: 32, 128 e 256. La Apple Pencil costa 109 euro e la Smart Keyboard 169, quindi per avere una configurazione completa di iPad Pro 9.7 occorrono 1000 euro. Tanti potrebbe obiettare qualcuno. Che Apple sia cara è una cosa risaputa ma la domanda che ci poniamo è: a chi si rivolge questo iPad Pro 9.7?

 

I professionisti della grafica potrebbero preferire quello da 12.9 per via del polliciaggio maggiore. L’utente “medio” potrebbe optare per il già ottimo iPad Air2 e quindi l’iPad Pro 9.7 a chi si rivolge? Indubbiamente è un prodotto che si rivolge ad una nicchia specifica, ossia a tutti coloro che hanno bisogno di un dispositivo più portatile del “vecchio” iPad Pro e che necessitano utilizzare la Apple Pencil. Insomma agli utenti che necessitano delle feature dell’iPad Pro racchiuse però in uno schermo dal polliciaggio ridotto.

iPad Pro 9.7 non è un prodotto perfetto ma è il miglior tablet presente sul mercato; ottima autonomia, grande potenza di calcolo e il miglior schermo 9.7″ presente sul mercato. Sull’utilità dei tablet potremo aprire un discorso infinito, certo è che iOS, seppur con i suoi evidenti limiti, è un sistema operativo scritto per essere utilizzato con le dita, e si vede poiché l’esperienza di utilizzo è semplice ed immediata, cosa che non avviene con i tablet concorrenti. In definitiva iPad Pro 9.7 corre il rischio di essere un ibrido difficilmente classificabile tra Air2 e iPad Pro 12.9, ma indubbiamente è un gran bel prodotto.

 

Condividi
Articolo precedenteLa feltrinelli.it – La scheda

LASCIA UN COMMENTO