La Canon EOS 760D è una DSLR economica ma con aspetto e funzionalità tipiche dei modelli di fascia alta. Se siete seriamente intenzionati a fare un salto in avanti come fotografi, è sicuramente una APS-C che vale la pena prendere in considerazione.

Design

Il particolare fascino della EOS 760D è quello di offrire un layout di controllo molto simile a quello di una fotocamera di fascia alta.
Anche se la qualità costruttiva è piuttosto modesta, con uno scheletro costruito in alluminio, le parti esterne in plastica e fibra di carbonio, la fotocamera è piuttosto robusta e sarà in grado di sopportare utilizzi anche intensivi senza problemi.

Sono presenti i tipi di controllo e display in genere visti su macchine fotografiche più costose, un esempio è la parte superiore. Il selettore di modalità si trova sul lato destro, mentre sul sinistro è presente uno schermo LCD extra, attraverso il quale è possibile visualizzare le informazioni più importanti come le impostazioni di scatto, il livello della batteria e il numero di scatti ancora salvabili sulla scheda SD.

A differenza della più economica Canon EOS 750D, è possibile bloccare il selettore della modalità, un’altra caratteristica delle fotocamere di fascia alta, che impedisce di modificare accidentalmente l’impostazione della modalità.

Per selezionare le impostazioni di scatto, si utilizzano due ghiere manuali. Una posizionata appena dietro il pulsante di scatto e l’altra sul D-pad sulla parte posteriore della fotocamera. Si possono effettuare molti controlli e regolazioni, anche se le fotocamere di fascia alta Canon, come la EOS 7D MK II utilizzino ghiere un po’ più grandi e più resistenti.

can3

La 760D ha un display ad angolazione variabile. Lo schermo si piega fuori dal corpo della macchina grazie ad una cerniera, offrendo così una grande flessibilità. Quest’ultima consente di avere una buona angolazione per selfie e di effettuare scatti da sopra e sotto il livello della testa senza problemi.

Lo schermo sul retro è un display 3” Clear View II con un aspetto 3:2, con risoluzione a 1,040k punti, in grado di offrire una buona nitidezza. La Canon 760D è dotata inoltre di un touchscreen che consente di scegliere il punto di messa a fuoco in maniera particolarmente facile. Un sensore di prossimità disattiva lo schermo automaticamente quando si mette il viso vicino al mirino, permettendo così un risparmio della batteria e di evitare che la luce dello schermo risulti fastidiosa.

Il mirino è un penta mirror che copre il 95% dell’inquadratura e una capacità di 0.82x di ingrandimento (uno standard per le DSLR di questa categoria). Include un indicatore di livello elettronico, che consente di verificare che i tuoi scatti siano in linea con l’orizzonte. Anche questo, è un extra in più che gli appassionati non potranno che gradire.

Caratteristiche

La funzione wireless funziona a meraviglia. L’applicazione Canon Connect permette di trasferire le immagini su di un telefono cellulare/tablet con estrema semplicità ed offre anche molti controlli ed impostazioni. Oltre a permettere di scattare a distanza, è possibile controllare le impostazioni dell’esposizione e scegliere il punto di messa a fuoco dal telefono.

Oltre ai più “seri” controlli fisici, la Canon EOS 760D include anche un flash a scomparsa incorporato. Naturalmente, è presente anche una slitta per collegare un flash esterno più potente o microfoni esterni.

Performance

La Canon EOS 760D è dotata del più recente processore d’immagine DIGIC 6. In modalità di scatto in sequenza è in grado di scattare a 5 fps e il buffer migliorato, ora consente di scattare fino a 940 JPEG o 8 RAW. Anche l’autofocus è stato aggiornato da quello a 9 punti della 700D ad uno a 19 punti a croce, rendendolo decisamente più veloce e più accurato.

Non è previsto un rilevamento del contrasto né in modalità Live View né mentre si girano video. La Canon EOS 760D dispone di un sistema ibrido CMOS AF III che dispone di un sistema a rilevazione di fase direttamente sul sensore. Il sistema di messa a fuoco principale è progettato per funzionare in condizioni da -0,5 EV a 18EV (estremamente flessibile).

Qualità immagine

Uno dei principali miglioramenti è l’aumento della risoluzione del sensore, da 18 megapixel a 24, e della la gamma nativa ISO, con intervallo 100-12.800, estendibile fino a 25600.

Con il giusto obiettivo, la Canon EOS 760D produce splendide foto, aiutata anche dal nuovo sistema di misurazione a 7.560 punti (sia in modalità manuale che completamente automatica). Inoltre, il sensore APS-C garantisce buoni risultati fino a ISO 3200, dando una discreta quantità di flessibilità per scattare al tramonto ed ottenere ugualmente risultati discreti.

Video

La EOS 760D è in grado di registrare video a 1920 x 1080 a 30; 25; 24 fps, a 1280 x 720 a 60; 50 o 30 fps e a 640 x 480 a 30 o 25 fps. Ha anche una modalità HDR che può registrare a 30 fps o 25 fps a 1280 x 720.

Anche se il video non è la caratteristica principale della Canon EOS 760D, è bene far notare che è presente un’entrata jack da 3,5 mm per un microfono esterno, in modo da poter avere un audio di qualità senza dover ricorrere ad un registratore separato.

Canon EOS 760D opinioni

Tra le DSLR più abbordabili, la Canon EOS 760D offre un alto livello di controllo manuale e una sensazione di solidità ed alta fedeltà impossibile da ottenere con altri modelli a questo prezzo. Se siete fotografi esigenti e se siete seri circa la vostra volontà di possedere una fotocamera di alto livello, la EOS 760D, ad oggi, è decisamente la migliore DSLR Canon.

LASCIA UN COMMENTO